Página 1 dos resultados de 33 itens digitais encontrados em 0.000 segundos

Dois cisnes à procura de um personagem: uma leitura pirandelliana do filme Cisne Negro

Santos, Carlos Felipe da Silva
Fonte: Universidade Estadual Paulista (UNESP) Publicador: Universidade Estadual Paulista (UNESP)
Tipo: Dissertação de Mestrado Formato: 106 f. : il.
Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%
Pós-graduação em Letras - FCLAS; Astratto: Basato su Il lago dei cigni, da Piotr IIyich Tchaikovsky nel 1877, il lungometraggio Cigno nero (2010), sulla regia di Darren Aronofsky, è la combinazione di un drama psicologico con la drammaturgia che, allo stesso tempo, fanno parte della vita della protagonista. Il lago dei cigni, racconto scritto dal tedesco Johan Karl August Musäus nel secolo XVIII, aquista vita e potenza nel film componendo una struttura che mescola soggetività e stranezza, provocando molteplice sentieri nello spetattore. Al rispetto degli studi letterari, il film è poco esplorato giacché il suo fuoco maggiore si trova nella presenza psicoanalistica esistente. Così, allontanando parzialmente l’aspetto psicologico, rendiamo conto della presenza di tracce letterari che s’incastrano con pertinenza, construendo una tramma complessa tra le atmosfere della realtà e dello psicologico. Con la conoscenza della letteratura dello scrittore italiano Luigi Pirandello (1867-1936), così detto uno dei maggiori drammaturghi della letteratura mondiale, useremo le opere Sei personaggi in cerca d’autore (1921) e Così è (se vi pare) (1917) per dicutere i punti che seguono: 1) il personaggio della drammaturgia pirandelliana e cinematografica volgendosi alla protagonista Nina; 2) il teatro pirandelliano mettendo a fuoco il dramma moderno e il concetto di teatro nel teatro’ e come si trova nel film e 3) Cigno nero come tragedia moderna...

Natura e generazione degli animali in aristotele

Berti,Enrico
Fonte: Faculdade de Filosofia e Ciências Humanas da UFMG Publicador: Faculdade de Filosofia e Ciências Humanas da UFMG
Tipo: Artigo de Revista Científica Formato: text/html
Publicado em 01/12/2010 Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%

Hupokeimenê Phusis nel libro I della Fisica di Aristotele: sulla natura del sostrato

Giardina,Giovanna R.
Fonte: Faculdade de Filosofia e Ciências Humanas da UFMG Publicador: Faculdade de Filosofia e Ciências Humanas da UFMG
Tipo: Artigo de Revista Científica Formato: text/html
Publicado em 01/12/2010 Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%

La classificazione aristotelica delle scienze in Pietro d'Abano

Berti,Enrico
Fonte: Universidade Estadual Paulista, Departamento de Filosofia Publicador: Universidade Estadual Paulista, Departamento de Filosofia
Tipo: Artigo de Revista Científica Formato: text/html
Publicado em 01/12/2014 Português
Relevância na Pesquisa
27.786785%
La classificazione delle scienze di Pietro d'Abano costituisce un'interessante riformulazione della classificazione analoga, proposta da Aristotele in Metaph. VI, e della teoria degli abiti dianoetici, proposta da Aristotele in Eth. Nic. VI. Come risulta dal Conciliator per quanto concerne la medicina e dal Lucidator per quanto concerne l'astronomia, Pietro segue la classificazione aristotelica e le interpretazioni che di essa erano state date nel medioevo (dottrina dei tre gradi di astrazione e distinzione tra methodus compositiva e methodus resolutiva), aggiungendovi come contributo originale l'introduzione di una parte pratica sia nella medicina che nell'astronomia (astronomia iudicialis), dove quest'ultima deriva da Tolomeo e dagli Arabi.

A Novel Mammalian Flavin-dependent Histone Demethylase*

Karytinos, Aristotele; Forneris, Federico; Profumo, Antonella; Ciossani, Giuseppe; Battaglioli, Elena; Binda, Claudia; Mattevi, Andrea
Fonte: American Society for Biochemistry and Molecular Biology Publicador: American Society for Biochemistry and Molecular Biology
Tipo: Artigo de Revista Científica
Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%
Methylation of Lys residues on histone proteins is a well known and extensively characterized epigenetic mark. The recent discovery of lysine-specific demethylase 1 (LSD1) demonstrated that lysine methylation can be dynamically controlled. Among the histone demethylases so far identified, LSD1 has the unique feature of functioning through a flavin-dependent amine oxidation reaction. Data base analysis reveals that mammalian genomes contain a gene (AOF1, for amine-oxidase flavin-containing domain 1) that is homologous to the LSD1-coding gene. Here, we demonstrate that the protein encoded by AOF1 represents a second mammalian flavin-dependent histone demethylase, named LSD2. The new demethylase is strictly specific for mono- and dimethylated Lys4 of histone H3, recognizes a long stretch of the H3 N-terminal tail, senses the presence of additional epigenetic marks on the histone substrate, and is covalently inhibited by tranylcypromine. As opposed to LSD1, LSD2 does not form a biochemically stable complex with the C-terminal domain of the corepressor protein CoREST. Furthermore, LSD2 contains a CW-type zinc finger motif with potential zinc-binding sites that are not present in LSD1. We conclude that mammalian LSD2 represents a new flavin-dependent H3-Lys4 demethylase that features substrate specificity properties highly similar to those of LSD1 but is very likely to be part of chromatin-remodeling complexes that are distinct from those involving LSD1.

“A randomized, double-blind study of the effects of omega-3 fatty acids (Omegaven™) on outcome after major liver resection”

Linecker, Michael; Limani, Perparim; Botea, Florin; Popescu, Irinel; Alikhanov, Ruslan; Efanov, Michail; Kim, Pavel; Khatkov, Igor; Raptis, Dimitri Aristotele; Tschuor, Christoph; Beck-Schimmer, Beatrice; Bonvini, John; Wirsching, Andrea; Kron, Philipp; S
Fonte: BioMed Central Publicador: BioMed Central
Tipo: Artigo de Revista Científica
Publicado em 14/08/2015 Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%

Quatre mélodies grecques : pour chant et piano / Petro J. Petridis ; poèsies de Ar. Valaoritis.; Mélodies grecques French & Greek (1917-1922).

Petridēs, Petros (1892 - 1977); Valaōritēs, Aristotelēs (1824 - 1879)
Fonte: Editions M. Senart Publicador: Editions M. Senart
Tipo: Musical Score Formato: Dimensions:34 cm; Number of Pages:15 p.
Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%
Cover title. --- Words of the songs in Greek with French translation. --- Le rayon.--Berceuse.--Chanson de sarclage.--Berceuse populaire grecque.

LA NOZIONE DI POTERE POLITICO E IL RAPPORTO FRA STATO E CHIESA NEL PENSIERO DI FRANCISCO DE VITORIA

BATTIONI, GIULIO
Fonte: La Sapienza Universidade de Roma Publicador: La Sapienza Universidade de Roma
Tipo: Tese de Doutorado
Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%
Nella delicata transizione dall’Età di Mezzo al mondo moderno, la cultura europea conobbe una singolare sintesi di temi, sentimenti, metodi: da una parte un determinato filone teologico erede della Scolastica medievale e dall’altra i fautori del ritorno all’antichità classica; da un lato la teologia cristiana informata al pensiero di san Tommaso d’Aquino e dall’altro il mondo delle arti e delle discipline letterarie; il tentativo filosofico di mediare tra Aristotele, il diritto romano e la vecchia teologia di matrice agostiniana per un verso, e la scoperta della filologia e del metodo storico-critico per un altro; la polemica tra i sostenitori di un nuovo modo di fare teologia e il vecchio volontarismo teologico radicalizzato, in chiave sociale e politica, dal francescanesimo. In questo caleidoscopio di idee, per altro, presero forma la diverse istanze di riforma che investirono la Chiesa sino a infrangerne l’unità complessiva. La teologia è dunque protagonista di quel processo di secolarizzazione da intendersi non come discontinuità, rottura definitiva con l’autorità spirituale della Chiesa, ma come “declericalizzazione” della cultura, delle sue vecchie forme concettuali e istituzionali. In questo senso, Francisco de Vitoria fu interprete geniale di una visione autenticamente laica della politica...

"Metafisica" Gamma, capp. 3 sgg.

Aristotele
Fonte: Utet Publicador: Utet
Tipo: Parte de Livro Formato: 4078323 bytes; application/pdf
Publicado em //1974 Português
Relevância na Pesquisa
27.438438%

Dispensa laboratorio "Teorie del linguaggio nel pensiero antico"

Bergomi, Mariapaola; Forcignanò, Filippo
Fonte: Universidade de Milão Publicador: Universidade de Milão
Tipo: Objeto de Aprendizagem Formato: 11780108 bytes; application/pdf
Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%

Dispensa Corso Filosofia

Franco, Trabattoni
Fonte: Universidade de Milão Publicador: Universidade de Milão
Tipo: Objeto de Aprendizagem Formato: 5521865 bytes; application/pdf
Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%

Aristotele

Fonte: Universidade de Milão Publicador: Universidade de Milão
Tipo: Objeto de Aprendizagem
Publicado em //2015 Português
Relevância na Pesquisa
16.773408%

La prosecuzione di spunti platonici nella metafisica aristotelica

Szlezák, Thomas
Fonte: Universität Tübingen Publicador: Universität Tübingen
Tipo: (wissenschaftlicher) Artikel; info:eu-repo/semantics/article
Português
Relevância na Pesquisa
17.438438%
Chi si rivolge alla Metafisica aristotelica proveniendo dai dialoghi di Platone crede di essersi spostato in unaltro mondo. Del resto, il sussistere di una profonda spaccatura fra il pensiero metafisicodel «maestro » e quello del suo "allievo", è stato oggetto di esperienza unanime da parte dei lettori di ogni epoca. E non è solo la forma espositiva scelta dai due filosofi a rivelarsi contraria e non unificabile: un dialogo non è affatto un trattato ; e, a quanto risulta, i punti di vista assunti per omologia da certi interlocutori, in certe situazioni, sono già nelle loro pretese qualcosa di diverso dalle proposizioni fondamentali, indipendenti dalla situazione, che Aristotele presenta al lettore come guadagni universalmente validi per evidenza logica. Inoltre, è chiaro che a ciascuna di queste forme espositive così diverse appartenga un'ermeneutica diversa, che a sua volta riporta a modi diversi di porre i problemi, oppure a specie diverse di approccio alla filosofia. In misura non minore, colpisce il contrasto inerente l'adozione dei concetti filosofici: Platone cerca di trarre i suoi concetti-guida dalla riflessione critica sull'esperienza quotidiana, accostandosi con attenzione e flessibilità al modo comune di parlare; Aristotele invece non si spaventa...

Aristotele e il problema della soggettività

Sgarbi,Marco
Fonte: Universidade Estadual Paulista, Departamento de Filosofia Publicador: Universidade Estadual Paulista, Departamento de Filosofia
Tipo: Artigo de Revista Científica Formato: text/html
Publicado em 01/01/2011 Português
Relevância na Pesquisa
37.786785%
Gli storici della filosofia solitamente attribuiscono ai pensatori moderni l'invenzioni di concetto "soggetto", "oggetto" e "soggettività" e li concepiscono in direttamente in contrasto con la filosofia scolastica e aristotelica. Questo articolo suggerisce la presenza di una proto-teoria della soggettività in Aristotele. La teoria aristotelica della soggettività è fondata principalmente su quattro dottrine. In primo luogo, si può riscontrare nell'epistemologia aristotelica la presenza di una "prospettiva" e di un "punto di vista". Il secondo aspetto significativo è il concetto di determinazione dell'oggetto della conoscenza, che nella filosofia aristotelica è rappresentato dalla nozione di "prosthesis". La terza dottrina si fonda sulla distinzione fra ciò che è più conoscibile per noi (gnorimoteron emin) e ciò che è più conoscibile per natura (gnorimoteron te physei). L'ultima dottrina riguarda la seconda natura del soggetto e gli abiti della conoscenza acquisiti attraverso l'esperienza, i quali spiegano perché i soggetti abbiano conoscenze diverse degli stessi oggetti secondo le loro precedenti esperienze

La predicazione delle differenze nelle Categorie di Aristotele; La predicazione delle differenze nelle Categorie di Aristotele; La predicazione delle differenze nelle Categorie di Aristotele

Botter, Barbara
Fonte: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas Publicador: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas
Tipo: info:eu-repo/semantics/article; info:eu-repo/semantics/publishedVersion; ; ; Formato: application/pdf
Publicado em 01/06/2010 Português
Relevância na Pesquisa
17.786785%
; In chapter 3 of the Categories Aristotle introduces a principle that is widely takento assert the transitivity of the said-of relation. In this paper we shall show thansomething different may be going on in the transitivity principle thatstraightforward invocation of the transitivity of the said-of relation.;

Individuo e Individuale in Aristotele; Individuo e Individuale in Aristotele; Individuo e Individuale in Aristotele

Botter, Barbara
Fonte: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas Publicador: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas
Tipo: info:eu-repo/semantics/article; info:eu-repo/semantics/publishedVersion; ; ; Formato: application/pdf
Publicado em 01/12/2010 Português
Relevância na Pesquisa
17.786785%
; ; This is a translation into Italian, accompanied by a brief commentary of chapter 2 of Aristotle’s Categories. In this text Aristotle presents the distinction between individual substances such as Socrates or Bucephalus and their species and genera as the distinction between primary (prw=tai) and secondary (deu/terai) substances (2a11-19). This distinction, in turn, is a distinction between substances that are particulars and substances that are universals. In the Categories Aristotle defines a primary substance as that which is neither said of nor in a subject (2a11–13). Being said of a subject and being in a subject are the only relations of metaphysical predication Aristotle recognizes in the Categories.

La necessità naturale in Aristotele; La necessità naturale in Aristotele; La necessità naturale in Aristotele

Boeri, Marcelo
Fonte: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas Publicador: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas
Tipo: info:eu-repo/semantics/article; info:eu-repo/semantics/publishedVersion; ; ; Formato: application/pdf
Publicado em 01/06/2011 Português
Relevância na Pesquisa
17.786785%
; ;

Dossografia dialettica e storia critica della filosofia in Aristotele. Tre esempi nella Metafisica; Dossografia dialettica e storia critica della filosofia in Aristotele. Tre esempi nella Metafisica; Dossografia dialettica e storia critica della filosofia in Aristotele. Tre esempi nella Metafisica

Viano, Cristina
Fonte: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas Publicador: Universidade de São Paulo. Faculdade de Filosofia, Letras e Ciências Humanas
Tipo: info:eu-repo/semantics/article; info:eu-repo/semantics/publishedVersion; ; ; Formato: application/pdf
Publicado em 01/12/2011 Português
Relevância na Pesquisa
17.786785%
Aristotle's "dialectical doxography", i.e. the analysis of opinions of ancient philosophers, is thefirst form of critical historiography in Antiquity. Through three examples from Metaphysics,we will attempt to demonstrate, against accusations of partiality directed at him, that Aristolewas amicable to a historical perspective in the modern sense.; ;

Aristotle, Heraclitus and the irresistible force of thumos; Aristotele, Eraclito e la forza irresistibile del thumos (22 B 85 DK)

Viano, Cristina; CNRS
Fonte: UFPR Publicador: UFPR
Tipo: info:eu-repo/semantics/article; info:eu-repo/semantics/publishedVersion; Formato: application/pdf
Publicado em 09/12/2013 Português
Relevância na Pesquisa
38.146372%
This paper presents a framework of the issues raised by Heraclitus’ fragment B85DK and its ancient and modern interpretations. In particular, it examines Aristotle’s testimony, the most ancient and also the most profound and articulated of these interpretations. An overview of the meaning of thumos, the central theme of the fragment, shows that for Aristotle this concept is not exhausted by the pathos of anger. Thumos is, above all, a dunamis, that is, a faculty of the soul which makes it possible not just the pathos, the temporary affection of anger, but also courage, impulsivity, affect, the sense of liberty and authority. This Aristotelian notion, so rich and polymorphic as not to be exhausted by a single translation, results from the systematization of an ancient material, Homeric and Presocratic material related to the proverbs. Heraclitus himself offers a formulation of it which summarizes two aspects that Aristotle accepts and emphasizes: the irresistible and unstoppable force that characterizes the natural impulse once it has been triggered and the extreme consequence to which it can lead, namely, the loss of life itself.; Questo articolo presenta  un quadro dei problemi che il frammento B85DK di Eraclito solleva e delle interpretazioni  antiche e moderne che sono state suggerite. In particolare...

Il nesso tra orexis e facoltà locomotorianel De anima

Palpacelli, Lucia; Università degli Studi di Macerata
Fonte: Archai: Journal on the origins of Western thought; Archai: Revista de estudos sobre as origens do pensamento ocidental Publicador: Archai: Journal on the origins of Western thought; Archai: Revista de estudos sobre as origens do pensamento ocidental
Tipo: info:eu-repo/semantics/article; info:eu-repo/semantics/publishedVersion; ; Avaliado por Pares Formato: application/pdf
Publicado em 19/06/2013 Português
Relevância na Pesquisa
17.786785%
Questo studio ha per oggetto il nesso tra l’orexis e la facoltà locomotoria che Aristotele stabilisce nel De anima. Egli, attraverso un’argomentazione complessa, indica nella sfera dell’appetizione, la causa della capacità che hanno alcuni animali di muoversi localmente.L’analisi che propongo si articola, quindi, in due momenti principali:  1. un inquadramento della facoltà locomotoria e di quella appetitiva all’interno della fondamentale tripartizione dell’anima proposta da Aristotele nel De anima (facoltà nutritiva; facoltà sensitiva; facoltà intellettiva); 2. la ricostruzione del ragionamento attraverso cui Aristotele riconduce la dynamis del moto locale principalmente (ma non unicamente) alla facoltà appetitiva.